Back to Top

ANNUNCIO

Annuncio

Logo Taiciclopedia - Enciclopedia gratis del Tai ChiTAICHICLOPEDIA - Enciclopedia del Tai Chi Chuan

Gli esercizi hanno scopo illustrativo e vanno eseguiti in presenza di un maestro. Leggi avvertenze.
Newsletter

Iscriviti alla Newsletter, subito per te il link al CORSO ONLINE + 5 OMAGGI!

ATTENZIONE Inserisci un indirizzo mail che consulti con frequenza, riceverai subito una mail per confermare la tua iscrizione per accedere agli omaggi. Le caselle usate raramente, già colme di posta, non verranno considerate.

x

ATTIVITÀ GENERALI

Il Tai Chi è spesso conosciuto per la pratica delle forme, fluide sequenze di movimenti. In realtà sono molte le attività che vengono svolte all'interno di un corso completo di Tai Chi. La circolarità della materia fa sì che, apprendendo e migliorando un'attività, conseguenzialmente le altre già note miglioreranno.

Movimenti fondamentali delle mani e dei piedi nel Tai Ji Quan

di Orlando Francese ~ scuola-radici-del-tao.it

I Tredici principi: il Tai Ji Quan é basato su tredici principi, essi sono:

  • otto cancelli (riguardano i movimenti delle braccia: 4 movimenti primari e 4 secondari)
  • cinque passi (riguardano i movimenti delle gambe: arretrare, avanzare, andare a dx, andare a sx, tornare al centro).
  • Gli otto cancelli o Ba Men, sono abbinati alle quattro direzioni cardinali (peng, liu, chi, an) ed alle quattro direzioni intermedie (lieh, tsai, chou, kao).
  • I cinque passi o Wu Pu, abbinati ai cinque mutamenti/elementi o Wu Xing, sono: arretrare-legno, avanzare-metallo, andare destra-acqua, andare a sinistra-fuoco e tornare al centro-terra.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La pratica

di Mario Antoldi ~ t-a-o.it

Il Tai Chi Chuan è un’arte, ma questo può non essere immediatamente evidente a chi osserva in modo distaccato i movimenti che lo caratterizzano. Il suo intento è quello di dare una “forma” al moto spontaneo dell’energia primordiale, ma… cos’è un’arte se non l’espressione che rende evidente un contenuto? Così il Tai Chi Chuan è l’arte del Chi, dell’energia vitale e la lunga pratica e la costante dedizione sono indispensabili per eliminare le sovrastrutture che impediscono al contenuto di affiorare e quindi di esprimersi.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

10 Principi del taijiquan

di International Yang Family Tai Chi Chuan Association - Dipartimento Italiano ~ yangfamilytaichi.it

I 10 Principi del taijiquan, dettati da Yang Chengfu, trascritti da Chen Weiming (Tradotti dall'inglese di Jerry Karin)

1) 虚灵顶劲 (xū líng dǐng jìn) Vuoto, vivo, spingente verso l'alto ed energetico(1) "Spingere verso l'alto ed energetico" significa che la posizione della testa è eretta ed allineata e lo spirito affluisce fino alla sommità. Evitate l'uso della forza, altrimenti la nuca si irrigidisce e il qi e il sangue non possono circolare liberamente. Dovete avere un'intenzione vuota, viva (o libera) e naturale. Senza un'intenzione vuota, viva, spingente verso l'alto ed energetica, non sarete in grado di innalzare il vostro spirito.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Altri stili Tai Chi Chuan

di Massimo Braglia ~ budoshin.it

Le scuole di TCC nate ed evolutesi sul territorio cinese superano le 700 unità, sebbene il governo cinese riconosca solo i seguenti cinque stili: Chen, Yang, Wù/Hao, Wu e Sun.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Taijiquan stile Li Pai - Caratteristiche

di Maurizio Zanetti ~ lipaitaiji.altervista.org

Il Li pai Taijiquan (Taijiquan della scuola Li), conosciuto anche come Li pai Quanfa (Metodo della scuola Li), è uno stile unico, estremamente raro al di fuori della Cina. A un’analisi attenta sarebbe difficile far rientrare questo stile all’interno delle categorie cui si è abituati catalogare i metodi di combattimento tradizionali cinesi, poiché nella sua natura eclettica e sincretica il Li pai Taijiquan sfugge a ogni parametro di classificazione canonico: metodo interno o metodo esterno? Stile del Nord o stile del Sud?

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Le caratteristiche originali del Taiji stile Chen

di Marcello Sidoti ~ csitaichi.it

Osservando lo stile Chen esso viene spesso giudicato da alcuni troppo duro e molto vicino allo Shaolin. Spesso questa sensazione è data perchè i praticanti osservati probabilmente praticano in modo sbagliato. Un'altro motivo può essere il fraintendimento e la mancata conoscenza del metodo di allenamento proprio della famiglia Chen. Lo stile Chen ORIGINALE ha dei principi e un metodo di studio BEN PRECISI, che lo distinguono dalle sue molte derivazioni non originali o sportive: per prima cosa bisogna essere molto rilassati, non praticare con posizioni troppo basse, troppo duramente, nè troppo velocemente.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Le caratteristiche dello stile Chen

di Massimo Braglia ~ budoshin.it

Lo stile Chen tradizionale è quello che ha mantenuto uno spirito marziale più evidente di quello che si può trovare negli stili da esso derivati. In particolare, i movimenti studiati nella forma sono sia piccoli che grandi, molto lenti ed alcuni velocissimi ed esplosivi. Altre peculiarità di questo stile per metà duro e per metà morbido sono il Chansi jin ed il Fa jing.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Le caratteristiche dello stile Yang

di Massimo Braglia ~ budoshin.it

Le caratteristiche principali del Tai Chi Chuan stile Yang sono la lentezza, la rotondità, la fluidità e l’armonia nei movimenti. Le posizioni della forma sono ampie e morbide; le applicazioni marziali, invece, forti e vigorose. Rispetto allo stile Chen, lo Yang risulta per tre parti morbido e per un quarto duro. Infatti, esprime meno emissioni di energia (Fa jing) verso l’esterno, perché tende a rivolgere l’energia accumulata all’interno per la propria salute.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Stili di taiji e differenze

di International Yang Family Tai Chi Chuan Association - Dipartimento Italiano ~ yangfamilytaichi.it

Ci sono 5 differenti Stili di taiji che sono collegati l'uno all'altro. Stile Chen, Yang, Wu1, Wu2 e Sun. I 5 stili sono collegati l'uno all'altro dalla stessa filosofia e fondamenti teorici comuni ed anche se i loro movimenti esterni sono un po' differenti le energie interne sono le stesse.

1) Stile Chen - sono movimenti rapidi e lenti (e da lavoro alternato su contrazione e decontrazione) combinati insieme con alcuni salti e passi pesanti. Forma antica e pugno di cannone sono stati creati dalla 17a generazione.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Taiji Quan stile Chen

di Giuseppe Paterniti ~ stonetempletao.it

Alcune caratteristiche dello stile Chen di Taiji Quan. Lo stile Chen, a differenza di quello Yang che è stato semplificato, ha mantenuto intatti i suoi elementi specificatamente marziali. Le caratteristiche principali del Chen Taiji Quan sono essenzialmente due: l'utilizzo di un'energia (o forza) di tipo spiraliforme (Zhansi Jin) e quello di un'energia di tipo esplosivo (Fa Jin).

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Fang Kai / Distendere

di International Yang Family Tai Chi Chuan Association - Traduzioni in Italiano ~ taichi.firenze.it

- Autore: dr. Jean-Marc Geering, discepolo del M° Yang Zhenduo -
Fang Kai è estendere. Le posizioni del TCC della famiglia Yang sono estese, cosa che permette di distendere il corpo. Esse ricordano le figure disegnate su un rotolo di seta al tempo degli Han anteriori e che rappresentano esercizi di Daoyin (estendere e contrarre il corpo). Si estendono le braccia arrotondandole come per tendere un arco. Quando si para (peng), la spalla, il gomito, il polso e la punta del dito medio si trovano su un arco di cerchio.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Le posizioni corrette del Tai Chi Chuan: l’allineamento posturale

di Marcello Taichi ~ marcellotaichi.it

Durante la pratica del Taiji Quan vogliamo che la nostra energia fluisca e si sviluppi in forza interna, un segno che pratichiamo correttamente. Per ottenere questo abbiamo bisogno che il nostro corpo assuma certe posizioni precise. Ecco i punti fondamentali su cui lavorare per ottenere un corretto allinemanto posturale:

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Tecniche di passi

di International Yang Family Tai Chi Chuan Association - Dipartimento Italiano ~ yangfamilytaichi.it

Nel Taijiquan della Famiglia Yang, le nostre tecniche di passi in generale seguono lo schema di un piede allineato nella direzione frontale e l'altro rivolto verso un angolo. Questo viene tradizionalmente chiamato Dīng Bā Bù (钉八步), cioè “passo da un otto e un chiodo” perché un chiodo è diritto e i carattere cinese per il numero otto è diretto diagonalmente. Il peso dovrebbe cadere nel punto della “fontana gorgogliante” che si trova vicino al centro dell'avampiede. L'interno delle cosce dovrebbe essere leggermente ruotato verso l'esterno e le ginocchia dovrebbero essere allineate lungo la direzione indicata dal piede corrispondente. Noi abbiamo due passi di base: la posizione dell'arco e quella vuota.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il radicamento in movimento

di Francesco Curci ~ energiaeforma.it

Il radicamento psicocorporeo è innanzi tutto un assetto interiore. Uno stato di tranquillità, rilassamento, fiducia in sé stessi, ascolto di sé, accompagnato da una respirazione lenta e profonda. Non coincide con l’inamovibilità: gli spostamenti ben eseguiti sono espressione del radicamento in movimento. Il praticante non dovrebbe opporre la sua forza fisica alla spinta ricevuta da una forza esterna (Tui Shou o altro). Gli esercizi di tenuta e resistenza alle spinte sono semplicemente propedeutici allo sviluppo del senso di radicamento, percezioni favorite dall’esperienza a coppie.

Leggi tutto...

Il radicamento in movimento - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Le Armi Tradizionali nello Stile Chen

di Giuseppe Paterniti ~ stonetempletao.it

Lo studio e la pratica delle armi tradizionali dello stile Chen di Taiji Quan rappresenta un complemento importante nel percorso di apprendimento di ogni praticante. Le forme con le armi, caratterizzate da fluidi cambiamenti di ritmo, balzi, azioni dinamiche ed impetuose, offrono la possibilità di migliorare notevolmente il proprio Taiji.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il Matterello Taiji

di Giuseppe Paterniti ~ stonetempletao.it

Il Matterello Taiji: un lavoro straordinario, utile sia per i praticanti di Qi Gong sia per quelli di Taiji Quan, effettuato mediante un attrezzo semplice quanto efficace.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Copyright

Nel rispetto del lavoro svolto dagli Autori è vietato copiare i contenuti (anche in forma parziale) in assenza di espresso consenso, ad eccezione dei soli casi previsti dalla legge sul Copyright.