di Orlando Francese ~ scuola-radici-del-tao.it

 

I Tredici principi: il Tai Ji Quan é basato su tredici principi, essi sono:

  • otto cancelli (riguardano i movimenti delle braccia: 4 movimenti primari e 4 secondari)
  • cinque passi (riguardano i movimenti delle gambe: arretrare, avanzare, andare a dx, andare a sx, tornare al centro).
  • Gli otto cancelli o Ba Men, sono abbinati alle quattro direzioni cardinali (peng, liu, chi, an) ed alle quattro direzioni intermedie (lieh, tsai, chou, kao).
  • I cinque passi o Wu Pu, abbinati ai cinque mutamenti/elementi o Wu Xing, sono: arretrare-legno, avanzare-metallo, andare destra-acqua, andare a sinistra-fuoco e tornare al centro-terra.

Gli otto cancelli:

  • Parare (Peng) é la forza che si oppone, è il primo ed il più importante movimento delle braccia su di esso poggiano tutti gli altri. La forza che si oppone deve essere sviluppata in tutte le direzioni: la sua azione è Yang nelle braccia, nel busto e nelle gambe.
  • Tirare giù indietro, ruotando (Liu). Yin a tutti e tre i livelli, cedono le gambe, il tronco e le braccia.
  • Premere (Chi), le gambe e le braccia sono morbide ma il tronco è solido.
  • Spingere (An), gambe e braccia solide con il busto cedevole.
  • Dividere (Lieh), questa tecnica si trova all’interno di vari movimenti fondamentali. Le gambe sono solide, le braccia e il tronco mobili. Si divide la forza dell’avversario tirandolo da una parte e spingendolo dall’altra o bloccandolo con le gambe e squilibrandolo con le braccia ed il tronco.
  • Bloccare e tirare in basso (Tsai), anche questa tecnica viene attuata all’interno di vari movimenti fondamentali. Morbide e mobili le gambe, solidi il tronco e le braccia.
  • Colpo di gomito (Chou), gambe e busto stabili, estremamente mobili le braccia. La tecnica di gomito nel Taijiquan è improvvisa, pericolosa ed infida. La gomitata è eseguita con tutto il corpo non solo con il gomito.
  • Colpo di spalla (Kao), la tecnica viene portata anch’essa con tutto il corpo non solo con la spalla. Stabile e duro sopra, mobili gambe e busto.

Fondamentalmente il Tai Ji Quan è costituito solo da otto posizioni; secondo l’I CHING, il Tai Ji (TAO) produsse lo Yin e lo Yang, che produssero i quattro simboli (Grande Yin = Vuoto; Grande Yang = Pieno; Piccolo Yin = Pieno nel Vuoto; Piccolo Yang = Vuoto nel Pieno), che produssero gli otto trigrammi (BA KUA). Il Tai Ji Quan può essere eseguito indefinitamente se si combinano differentemente i movimenti fondamentali (collegati con gli otto trigrammi e le otto direzioni) con i cinque passi (collegati con i cinque elementi e le cinque forze WU XING).

Gli otto movimenti delle mani: BA MEN (otto cancelli o porte) rappresentano anche gli otto trigrammi (PA KUA) e sono:

  • quattro movimenti primari collegati con le quattro direzioni cardinali (Sud, Nord,Ovest, Est) e i trigrammi: CHIEN (Cielo) = PENG (parare), KUN (Terra) = LIU (tirare giù,dietro), KAN (Acqua) = CHI (premere), LI (Fuoco) = AN (spingere)
  • quattro movimenti secondari collegati con le quattro direzioni intermedie (Nord/Est, Sud/Ovest, Sud/Est, Nord/Ovest) e i trigrammi: CHEN (Tuono) = LIEH (dividere), SUN (Vento) = TSAI (bloccare e tirare giù), TUI (Lago) = CHOU (colpo di gomito), KEN (Montagna) = KAO (colpo di spalla).

I cinque movimenti dei piedi: WU PU che rappresentano i cinque Elementi e le cinque forze (WU XING) sono:

  • indietreggiare = LEGNO
  • avanzare = METALLO
  • guardare a sinistra = FUOCO
  • guardare a destra = ACQUA
  • ritornare al centro = TERRA

Le otto posizioni delle mani e i cinque movimenti dei piedi eseguiti nelle otto direzioni ruotando in senso antiorario ed orario costituiscono: IL TAO DEL CIELO E DELLA TERRA “TIAN TI TAO LU” (Tian Di Dao Lu). La bellezza, la sottigliezza del Tai Ji Quan consiste nella peculiarità della continuazione dei movimenti. Come nella rappresentazione grafica del Tai Ji in cui non vi è un inizio o un termine, così il movimento non deve essere interrotto.

PENG PARARE

L’immagine corrispondente a Peng è Chien, il Cielo; il trigramma è composto da tre linee intere, tre linee Yang che indicano grande forza, energia potente. A Peng è associata Peng Chin (energia del parare).

LIU TIRARE GIU’ DIETRO

L’immagine di Liu è Kun, la Terra; il trigramma è composto da tre linee spezzate, tre linee Yin che indicano morbidezza e cedevolezza. A Liu è associata Liu Chin (energia del tirare), Liu Chin integra il Peng Chin: Peng Chin si espande, è Yang, è duro e avanza; Liu Chin si contrae, è Yin, è morbido e indietreggia. Così come lo Yin nasce dallo Yang, Liu Chin nasce da Peng Chin.

CHI PREMERE

L’immagine è Kan, l’Acqua; il trigramma è composto da una linea intera fra due spezzate, una linea Yang fra due Yin, forza nella morbidezza.

AN SPINGERE

L’immagine è Li, il Fuoco; il trigramma è composto da una linea spezzata fra due intere, una linea Yin fra due linee Yang, grande forza con all’interno morbidezza e cedevolezza.

LIEH DIVIDERE

L’immagine è Chen, il Tuono; il trigramma è composto da due linee spezzate (Yin) su una intera (Yang). La forza rombante, scuotente, avvolgente.

TSAI BLOCCARE E TIRARE GIU’

L’immagine è Sun il Vento, il trigramma è composto da una linea spezzata (Yin) sotto due linee intere (Yang).

CHOU COLPO DI GOMITO

L’immagine è Tui il Lago, il trigramma è composto da una linea spezzata (Yin ) sopra due linee intere (Yang).

KAO COLPO DI SPALLA

L’immagine è Ken la Montagna, il trigramma è composto da una linea intera (Yang) sotto due linee spezzate (Yin).

TAI JI QUAN LA VIA PER RAGGIUNGERE L’ESSENZA (TAO) CHE UNISCE E ACCOMUNA IL TUTTO

5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (4 Votes)