di Flavio Daniele ~ Download video corsi ~ neidanitalia.wordpress.com

 

Il Nei Gong fisico presenta tre livelli: Primo livello – Corretto allineamento dello scheletro, che comporta una statica economica e un corretto utilizzo della colonna vertebrale in armonia con la forza di gravità. Senza questa base non c’é vero progresso, vera crescita. Gli elementi più importanti di questo allineamento sono:

  • a) Distendere la nuca in modo che la testa sia in equilibrio senza tensione, come sospesa dall’alto.
  • b) Rilassare le spalle.
  • c) Equilibrio senza ipertensione del bacino sulle teste femorali.
  • d) Ginocchia rilassate in dinamica tensione elastica.
  • e) Peso armonicamente distribuito nei piedi.
  • f) Libero gioco del ventre in armonia con il movimento del diaframma.
  • g) Rilassamento dello sterno per permettere alle costole di prolungare l’azione del diaframma e dell’addome, così da vuotare il petto e riempire posteriormente i reni.

Secondo livello – Connessione muscolo-scheletrica e realizzazione delle cinque gerarchie funzionali (coordinazione neuromuscolare) delle varie parti strutturali:

  1. Gerarchia alto/basso
    la parte bassa in armonia con la parte alta, che vuol dire anche e bacino forti e stabili (yang) in grado di sorreggere una parte alta (torace, spalle e braccia) dinamica, elastica e mutevole (yin).
  2. Gerarchia anteriore/posteriore
    una parte posteriore potente come un arco, una parte anteriore sensibile e ricettiva.
  3. Gerarchia destra/sinistra
    una parte destra e una parte sinistra in armonico rapporto, in grado di scambiarsi i ruoli come lo yin e lo yang.
  4. Gerarchia centro/periferia
    una parte centrale potente in grado di generare il movimento e una parte periferica sensibile e precisa in grado di dosarlo e dirigerlo.
  5. Gerarchia interno/esterno
    un parte interna forte come acciaio, una parte esterna morbida come cotone.
    La conoscenza e la presa di coscienza di questa gerarchia funzionale nella distribuzione delle forze permette di eseguire correttamente qualsiasi azione e in particolare le tecniche marziali.
    Dal punto di vista prettamente fisico, come in un’orchestra ogni strumento è accordato e suonato insieme agli altri per ottenere un’unica e meravigliosa melodia, così nel nostro corpo, ogni singolo muscolo, ogni singola articolazione devono essere accordati e sincronizzati con tutti gli altri in una meravigliosa sinfonia di cadenze armonizzate.

Terzo livello – Sensibilzzazione Propriocettiva. Un corpo in equilibrio tonico e strutturale percepisce i suoi sforzi come applicazione globale della forza senza attriti e dispersioni. Quando ogni sua parte ha ritrovato il ruolo che le é proprio (le 5 gerarchie), in uno schema di coordinazione neurosensoriale globale, allora il corpo esprime scioltezza e agilità, e l’assenza di contrazioni crea una sensazione di piacere e di partecipazione emotiva con tutto quello che ci circonda. Si sente nascere il movimento dal didentro e lo spazio non solo é elemento portante del movimento ma diventa sempre più percettibile. Il corpo intero diventa come un radar, le braccia e le gambe, in particolare, come degli acuti sensori in grado, non solo di avvertire i movimenti del nostro avversario, ma di decodificare le sue intenzioni in modo da potere anticipare ogni sua azione.