Back to Top
Newsletter

Iscriviti alla Newsletter, subito per te il link al CORSO ONLINE + 5 OMAGGI!

ATTENZIONE Inserisci un indirizzo mail che consulti con frequenza, riceverai subito una mail per confermare la tua iscrizione per accedere agli omaggi. Le caselle usate raramente, già colme di posta, non verranno considerate.

x

Logo Taiciclopedia - Enciclopedia gratis del Tai ChiTAICHICLOPEDIA - Enciclopedia del Tai Chi Chuan

Gli esercizi hanno scopo illustrativo e vanno eseguiti in presenza di un maestro. Leggi avvertenze.

LAVORO INTERNO

Il lavoro interno coniuga un vasto insieme di tecniche e metodi attraverso i quali è possibile raggiungere una maggior consapevolezza del proprio sistema Energia-Corpo-Mente.

Nei Gong lavoro interno energetico

di Flavio Daniele ~ neidanitalia.wordpress.com

Un buon artista marziale, di qualsiasi arte, deve avere: un corpo forte e flessibile, armonico e vigoroso, che dia il massimo della potenza con il minimo sforzo; deve coniugare: potenza con elasticità, stabilità con dinamismo, morbidezza con durezza; deve essere: forte ma non duro, rilassato ma non debole, calmo ma non pavido. Come coniugare qualità così diverse? Come allenarsi? Non certo con il solo ausilio delle metodiche d’allenamento mutuate dal mondo dello sport, ma rivalutando gli antichi metodi di lavoro interno energetico e potenziamento psicofisico (nei gong) di cui ogni arte marziale tradizionale anticamente disponeva.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale:  / 0

Grande e piccola respirazione

di Flavio Daniele ~ neidanitalia.wordpress.com

Ritmo e armonia del meccanismo respiratorio. Il ritmo scandisce la nostra vita. Tutto é sottoposto alla legge dell’alternanza: espansione e contrazione, yin e yang. Tra i ritmi fisiologici quello respiratorio é senz’altro il più importante, le sue basi sono: 1) Il libero gioco del ventre in armonia con il movimento del diaframma; 2) Il rilassamento dello sterno per permettere alle costole di prolungare l’azione del diaframma e dell’addome. Il respiro e’ la vita, nell’accezione più ampia é il legame di connessione tra la materia e l’energia da un lato e la coscienza e la mente dall’altro. La testa, con il sistema nervoso centrale, é il polo di coscienza del corpo umano; il ventre, con il sistema vegetativo, é il polo di forza vitale. Tra questi due poli si trovano la cassa toracica e i polmoni, sede della respirazione, del cuore e del sistema circolatorio che costituiscono il polo mediano. Quindi il respiro come punto d’unione e di scambio tra il conscio e l’inconscio.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale:  / 0

Zen e Tai Chi Chuan

di Francesco Curci ~ energiaeforma.it

Lo Zen amplia il campo delle percezioni sia in relazione a tempo, velocità e spazio, sia rispetto a ciò che esula dalla comune percezione del mondo che ci circonda.

Leggi tutto...

Zen e Tai Chi Chuan - 5.0 di 5 basato su 1 voto
Valutazione attuale:  / 1

Sōngyāo 松腰, rilassare la vita: cosa s’intende con quest’espressione e perché è fondamentale per la pratica del Tàijíquán 太极拳

di Amanda Carloni ~ dalvuotocentrale.blogspot.it


Sōngyāo 松腰 o il rilassamento della vita1 è una tappa fondamentale per l'evoluzione del praticante di Tàijíquán 太极拳. Dimenticarsi di lavorare su questo aspetto vuol dire non edificare quelle fondamenta che possono sostenere la pratica successiva di contenuti più raffinati e sottili che appartengono alla sfera della mente, ma anche nell’immediato sostenere il lavoro fisico rendendo possibile una corretta circolazione del qì气 in tutto il corpo e realizzando la connessione profonda di tutte la parti guidate dal centro.
Gli esercizi che permettono di realizzare di questo lavoro sulla vita sono:

Accedi gratis per leggere il seguito...

Sōngyāo 松腰, rilassare la vita: cosa s’intende con quest’espressione e perché è fondamentale per la pratica del Tàijíquán 太极拳 - 5.0 di 5 basato su 5 voti
Valutazione attuale:  / 5

Nei Gong fisico

di Flavio Daniele ~ neidanitalia.wordpress.com

Il Nei Gong fisico presenta tre livelli: Primo livello – Corretto allineamento dello scheletro, che comporta una statica economica e un corretto utilizzo della colonna vertebrale in armonia con la forza di gravità. Senza questa base non c’é vero progresso, vera crescita. Gli elementi più importanti di questo allineamento sono:

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale:  / 0

Taijiquan e Sviluppo del Qi – Zhan Zhuang Gong

di Gabriele Filippini ~ wuweituina.it

In questa sede vogliamo analizzare brevemente lo Zhan Zhuang Gong normalmente conosciuto come esercizio dell’albero. Tale esercizio consente al praticante di studiare la connessione e l’armonia tra le diverse parti del corpo fino a sviluppare la cosiddetta Hu Yuen Li, la forza che si sviluppa contemporaneamente in tutte le direzioni dello spazio. In questo senso l’albero è base sia del lavoro marziale che del lavoro energetico per l’incremento di benessere e salute (Yi Gong). Ricordiamo che attualmente lo zhan zhuang gong è uno dei più noti esercizi appartenenti alla grande categoria del qi gong o esercizi volti a lavorare (gong) con l’energia (qi).
Prima di tutto vogliamo brevemente descrivere l’esecuzione tecnica dell’esercizio per passare poi ad analizzare le funzioni energetiche dei punti di mtc maggiormente coinvolti dalla pratica.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale:  / 0

Nei Gong energetico

di Flavio Daniele ~ neidanitalia.wordpress.com

Primo livello– Sensibilizzazione energetica. Queste tecniche consistono nel suscitare volontariamente la percezione del proprio corpo secondo le direttive principali (alto/basso, destra/sinistra, fronte/retro). La percezione volontaria delle varie parti strutturali del corpo ne aumenta notevolmente la sensibilità.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale:  / 0

Nei Gong mentale

di Flavio Daniele ~ neidanitalia.wordpress.com

E’ il livello dello yi o mente: “La mente guida il qi, il qi muove il corpo”. Ogni movimento fisico non è diretto, ma indiretto: conseguenza di un moto energetico. A questo livello il lavoro muscolare è ridotto al minimo, sostituito da quello energetico. I muscoli, le ossa, i tendini e i legamenti s’impregnano di qi, che così diventa il carburante che fa muovere il corpo.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale:  / 0

Il Zhan Ssu Jin, l’energia del Bozzolo di Seta

di Marcello Taichi ~ marcellotaichi.it

La prima forza che il praticante dovrà tentare di gestire è la forza (Jin) che “si arrotola come un filo di seta” (Zhansi), espressione tipica usata dai Maestri della famiglia Chen. Il termine Zhan ssu jin descrive un movimento morbido, circolare, a spirale e lento. I movimenti nel Zhan ssu jin devono essere continui ed uniformi, senza interruzioni, descrivendo una traiettoria circolare.

Accedi gratis per leggere il seguito...

Valutazione attuale:  / 0

Che cos'è il Fajin

di Gianfranco Pace ~ itkataiji.com

Il Fajin è un'espressione di forza, è un'emissione di forza. Possiamo dare un'idea pensando ad una giornata molto bella, con uno splendido cielo azzurro. Una giornata serena. Il Fajin è come un fulmine a ciel sereno. Sarebbe molto diverso se pensassimo a una giornata molto piovosa con un cielo pieno di nuvole scure. In questo caso un fulmine sarebbe un qualche cosa che potremmo aspettarci. Mentre in una giornata del tutto serena un fulmine sarebbe del tutto inaspettato. Questo ci spiega che l'emissione del Fajin esprime un tipo di forza che nasce dalla quiete, dal rilassamento.

Leggi tutto...

Che cos'è il Fajin - 5.0 di 5 basato su 1 voto
Valutazione attuale:  / 1

Lo sguardo nel Tai Chi

di Francesco Curci ~ energiaeforma.it

Durante la pratica individuale lo sguardo abbraccia un ampio campo visivo, permettendo di sviluppare un'idea d'insieme della situazione. Mantenendo sempre una percezione visiva molto allargata, a seconda delle posizioni e dei relativi significati marziali, lo sguardo può essere contemporaneamente orientato anche in una specifica direzione.

Leggi tutto...

Lo sguardo nel Tai Chi - 5.0 di 5 basato su 1 voto
Valutazione attuale:  / 1

Copyright

Nel rispetto del lavoro svolto dagli Autori è vietato copiare i contenuti, anche in forma parziale, in assenza di espresso consenso, ad eccezione dei soli casi previsti dalla legge sul Copyright.